Finali 3×3 Italia Riccione 2018: Il Racconto

Posted by | agosto 01, 2018 | 3x3 Italia 2018 | No Comments

Ci sono tante storie da raccontare alla fine di queste finale del 3×3 Italia, la prima è quella di un gran successo di questa manifestazione; ce l’abbiamo messa tutta per riuscire ad alzare ancora l’asticella e a giudicare dai commenti che ci sono arrivati diremmo che la missione è stata compiuta.

Un’altra storia è quella di una comunità che si ritrova, vecchi amici che si incontrano sul piazzale Roma a Riccione con nuovi amici che si aggiungono al nostro mondo e insieme si divertono e parlano di cosa fare e come fare per continuare a far crescere il movimento Streetball in Italia.

Dovremmo raccontare che finalmente siamo diventati grandi e che anche grazie alle “Ragazze d’Oro” e alla loro medaglia mondiale anche i media si sono accorti di noi e per la prima volta avete avuto la possibilità di assistere live in streaming alle finali di Riccione e potrete vedere in  differita su Rai Sport questa sera le immagini delle fasi conclusive delle Finals.

Partiamo dal principio, come vi abbiamo già raccontato il primo giorno i campi di Piazzale Roma si riempiono presto è il momento di guadagnarsi gli ultimi 3 pass con il torneo Open Run e le squadre si danno subito battagli senza risparmiarsi.

Assegnati i pass per completare i gironi delle Finals, è il momento di accendere i riflettori sull’atto finale della stagione che conta, tutte le squadre hanno voglia di giocarsi le proprie carte per arrivare fino in fondo e il livello del gioco sale vertiginosamente, attirando tanto pubblico sui campi attratto dallo spettacolo che i giocatori stanno proponendo, e anche dalle voci di Otto e Mauro che esaltano le giocate più belle.  Si arriva così alla fine della prima sera che è già notte e l’appuntamento per i maschi sul campo è per il mezzo giorno del sabato.

Il sabato si apre con l’ormai consueta esibizione dei riviera wheel chairs basket sul campo centrale di piazzale Roma, sotto gli occhi attenti del Presidente Federale Gianni Petrucci che non ha voluto perdersi nemmeno un secondo delle finali di Riccione. Dalle 12:00 puntualissimi Otto e Mauro riprendono a guidare il torneo maschile mentre le ragazze hanno potuto godere di un po’ di riposo arrivando alle 13:30; nonostante il grande caldo tutte le partite si rivelano molto combattute e già si intravedono le squadre più agguerrite per la vittoria Finale, i Cremona Cobram continuano a aggiungere perle al loro record di imbattibilità nel circuito FISB, mentre i Kings of Kings, Big Crew e FDC fanno intendere che non hanno intenzione di rendere facile la vita si Cobram nella strada verso lo scudetto. Il pomeriggio scorre velocemente, le partite si susseguono e lo spettacolo continua a piacere al pubblico che non appena il caldo allenta un po’ la presa si presenta numeroso intorno ai campi. Scende la sera, ed è il momento della parte di intrattenimento finite le gare sul campo centrale, si procede con le premizioni del Ranking 3×3 Italia in cui come già vi abbiamo raccontato sono Kisonga e Contu a vincere il primo premio, mentre Fumagalli, Negri e Verri si aggiudicano gli altri premi  per il maschile; nl femminili invece sono Filippi, Landi e Fassina a ritirare gli assegnoni dei premi per il ranking femminile. Finiti i festeggiamenti è il momento del Wilson 2 point shoot-out, gli otto finalisti usciti dalle selezioni del venerdì e del sabato si affrontano sul campo centrale su due carrelli da 5 palloni, alla fine ad avere la meglio è Wes Molteni che chiude la run finale con 7/10 a piedi scalzi! La piazza si riempie ormai tutti sanno che questo sabato sera su Riccione sono previsti uomini volanti nei cieli di piazzale Roma, l’atmosfera viene riscaldata dall’esibizione Hip-Hop sul campo centrale e poi ecco il tanto atteso dunk show, con Lipek, Kam e Mos; sin dal riscaldamento si capisce che i 3 dunkers hanno voglia di farci divertire e partono subito con schiacciate spettacolari, purtroppo però una pioggerellina passeggera ci rovina questo momento di festa, per l’incolumità degli atleti siamo obbligati ad interrompere lo show poiché il campo è diventato scivoloso. Finita la pioggerella piazzale roma si riempie di cuffie colorate e per tutta la notte i ragazzi ballano sui campi in una silent disco guidata dai nostri dj.

Passata la notte di festa è il momento di riprendere il cammino verso lo scudetto, dalle 14:00 è il momento degli scontri ad eliminazione; ogni pallone vallore oro e i ballers lo sanno e si danno battaglia su ogni singolo possesso. il tabellone si va via via sgranando e a sorpresa le “Teste di Nailon” nel torneo femminile vengono eliminate ai quarti da Ancona, mentre Fiorenzuola composta dalle campionesse in carica si guadagna l’accesso alla finale dove dovrà vedersela proprio contro Ancona.  Nel maschile invece sono le 4 squadre che avevano rubato l’attenzione nella giornata di sabato ad arrivare in semifinale, Cobram-FDC è forsa la partita più bella di tutto il torneo e la prima partita che potrete vedere oggi  su Rai sport, ne escono vincitori i Cobram battendo i campioni in carica che escono con l’onore delle armi per avere lottato fino alla fine per difendere il loro trono. L’altra semifinale è comunque combattuta, e i Kings of Kings, in formazione originale dopo tanto tempo, hanno la meglio della Big Crew che ha comunque venduto cara la pelle.

E’ il momento delle finalissime, in quella femminile in un incontro combattuto dove le campionesse in carica di Fiorenzuola sembravano poter avere la meglio in apertura dell’incontro devono invece lasciare lo scettro di campionesse d’Italia alle ragazze del team di Ancona, sono così Dall’Aglio, Meroni, Tassinari e Nannucci a cucirsi addosso lo Scudetto del 3×3 femminile. Finiti i festeggiamenti delle ragazze, in attesa delle premiazioni finali, scendono in campo le finaliste del torneo Maschile, Cobram contro Kings of Kings; sfida dal sapore di storia dello Streetball italiano e sfida che ha infiammato molte delle finali dei tornei FISB Gold 2018. I Cobram partono decisi, non hanno nessuna intenzione di lasciare sul campo il loro record di vittorie, i Kings provano ad opporre resistenza ma la determinazione dei Cobram che giocano una gara feroce e la rotazione più profonda permette loro di prendere il largo, nonostante Wes Molteni delizi il pubblico con qualche giocata di alta scuola ma il gioco corale dei Cobram è la forza su sui hanno costruito la stagione 2018 che li vede laurearsi campioni  d’Italia con il record di 45 vittorie e 0 sconfitte nel circuito italiano! Eccoli quindi i nuovi scudettati: Negri Andrea, Fumagalli, Verri e Negri Claudio che saluta questa vittoria dedicandola alla bambina che aspetta dalla sua compagna; saranno loro 4 a rappresentarci a Losanna il 24-25 Agosto al World Tour Master.

Arrivati in fondo vogliamo raccontarvi l’ultima storia di queste finali ed è quella di uno staff guidato magistralmente dal nostro presidente David Restelli, visibilmente emozionato al termine del torneo, uno staff che ha fatto girare un evento che ha coinvolto più di 100 squadre e con oltre 200 partite disputate nel weekend di Riccione.

Chiudiamo con i ringraziamenti a tutto lo staff di Riccione, alla Federazione Italiana Pallacanestro presente con Presidente e vice Presidente a questo evento, a tutti gli arbitri e ufficiali di campo che hanno diretto tutte le partite sotto il solo per tante ore fino ad arrivare a notte fonda, ai nostri due Speaker Otto e Mauro che hanno animato con il cuore e la passione questi tre giorni. Grazie a tutti i giocatori che hanno dato spettacolo sui campi e a tutti gli organizzatori dei tornei del circuito FISB, senza la nostra grande famiglia tutto questo non sarebbe potuto accadere!

L’appuntamento è per la Winter League, continuate a seguirci siamo già al lavoro per mantenere accesa la passione per il 3×3 anche in Inverno!

 

Per tutti gli amanti delle statistiche potrete trovare tutti i risultati sul sito https://play.fiba3x3.com/events/9977327e-4e17-44df-9ffe-a8e24fb25ae4

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.