4 giorni alle Fisb Finals 2k14: Kings of Kings, gli uomini da battere

Fisb Finals 2013 –  I Kings of Kings interrompono il dominio dei Wizze&Lozze, conquistando il titolo. Sono loro i nuovi campioni italiani di Streetball.
Estate 2014 – I Kings of Kings fanno sul serio, avvicinandosi alle Fisb Finals 2k14 con un percorso netto di 8 vittorie su 8 tornei disputati sembrano proprio decisi a tenersi ben stretto lo scettro del main event dello Streetball Italiano.

4Charlie Fernandez, Ralph Bryant Piantini, Westher Molteni e Matteo Grampa non hanno mai giocato insieme in un campionato regolare, non sono vicini di casa e a volte non parlano nemmeno la stessa lingua. Ma allora com’è nato questo fortissimo team?

Come tutte le storie di playground, le origini diventano presto leggenda. Infatti si racconta di un pomeriggio al campetto milanese di via Tabacchi in cui Charlie Kobe Fernandez sotterrò di triple Rhalf Bryant Piantini(serie C a Pavia, D a Lungavilla). La cosa non finì ai coltelli, ma in una grande amicizia. Mancava il terzo però, ed ecco arrivare Westher Molteni, che nel tempo libero gioca nel campionato svizzero, e lo vince, con i Lugano Tigers.

I tre Kings cominciano a girare per tornei, diventano assidui frequentatori del circuito Fisb, sono forti, ma non imbattibili. Fino a quando nel 2013, al torneo di Santo Stefano (Oggiona S.Stefano, Varese) incontrano Matteo Grampa (serie C a Casorate Sempione, DNC a Rho e Busto Arsizio) e battono la sua squadra in finale.
Charlie, che evidentemente ha un occhio da team manager, pensa che Teo come italiano non se la cavi tanto male e lo convince a entrare nel team.

Da quel momento la storia dei Kings of Kings è lastricata di vittorie. Non solo conquistano le Fisb Finals 2013, ma Westher diventa anche il King Italiano del Red Bull King of the Rock, il torneo 1vs1 più duro al mondo, che l’ha portato a giocare la finale mondiale ad Alcatraz. “Parteciperò anche quest’anno, al KotR di Riccione, e non ho intenzione di perdere!”.

I Kings arrivano alle Finals 2k14 da favoriti, ma avranno vita dura.
A detta dei ragazzi, dovranno stare attenti ovviamente ai Wizze& Lozze, decisi a riprendersi il titolo.
“Ma saranno da tenere d’occhio anche gli Spruzzolo, reduci dalle imprese dello Streetball International Cup di Praga; anche se li abbiamo già battuti al 3×3 di Melzo”, dice Bryant.
Per Charlie invece sarà dura individuare la squadra da battere: “Nel 3×3 conta l’agonismo, non la categoria in cui si gioca durante l’anno e lo dico io, che gioco in prima divisione, ma ho avuto l’occasione di battere gente della serie A”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Wanna play? Noleggia attrezzatura