Dal Campetto ai Mondiali? Non è un film!

Posted by | giugno 18, 2014 | FIBA 3x3 World Championship | No Comments

Dal campetto ai Mondiali? sembra un film…invece è tutto vero.
Fisb lavora da anni per la diffusione della cultura streetball sul territorio italiano, e da tre promuove le Finali Nazionali – FISB FINALS – a cui partecipano le migliori squadre classificate ai tornei organizzati in ogni regione. Grazie alla stretta collaborazione con FIP, i giocatori dei tornei affliati FISB possono entrare nel ranking internazionale e persino approdare sui palcoscenici più prestigiosi, come i Mondiali di Mosca 2014.

Ermanno Traietta, responsabile Fisb Lombardia, ha intervistato per noi Sara Canova, una “vecchia conoscenza” dei tornei FISB, fresca di partecipazione al FIBA 3×3 World Championship, i Mondiali di streetball.

Sara Canova

Al centro, Sara alle premizioni del ADC Busto Streetball, uno tra i tornei storici dello Streetball Italiano.

Sara tu che sei una giocatrice di basket “indoor”, durante l’anno giochi in A2 femminile, come ti sei avvicinata al mondo del 3×3?
Durante l’estate sentivo la mancanza del basket giocato e dell’agonismo e l’ho trovato nei tornei del circuito FISB; sono eventi divertenti da vivere e mi sono appassionata allo streetball.

Come sei arrivata a giocare i Campionati Mondiali di 3×3 a Mosca, rappresentando l’ITALIA?
In estate ho partecipato ai circuiti streetball promossi da Fip e Fisb, ottenendo così un buon punteggio nel ranking FIBA 3X3, rendendomi eleggibile per la Nazionale femminile che, grazie alla posizione dell’Italia nel ranking FIBA, ha partecipato al Mondiale.

Come è stata l’esperienza Mondiale? Che livello hai trovato fuori dall’Italia?
Esperienza super che rimarrà per sempre nel mio cuore! Peccato per il risultato, avremmo potuto fare molto di più, ma una compagna si è scavigliata il primo giorno. Giocare solo in 3, senza cambi, è stata dura, anche perché i primi giorni sui campi si registravano temperature torride che toccavano anche i 35°C.

Ho potuto osservare il basket di USA, Russia, e delle altre grandi potenze e devo dire che sono avanti…in tutto! Il 3×3 in questi Paesi è ormai considerata una vera e propria disciplina, ci sono squadre che giocano e si allenano insieme. In Italia si gioca con meno intensità e meno fisico, mentre le altre Nazionali giocano molto spalle a canestro e usando molto il contatto.

Sara Canova a Mosca

Sara con la maglia della Nazionale ai Mondiali di Mosca.

Come pensi si possa migliorare il livello del 3×3 in Italia?
I giocatori devono capire che il 3×3 non è basket 5vs5: ci sono ritmi e dinamiche di gioco differenti. Credo sia necessario promuovere molti più tornei anche durante l’anno, aumentando la qualità fisica del gioco. C’è da lavorare molto anche sul concetto delle regole FIBA del 3×3, che sono in alcuni dettagli differenti rispetto a quanto siamo abituati a fare nei nostri campetti e nei nostri tornei. Insomma anche da noi occorre cominciare a pensare allo Streetball come una disciplina indipendente dal basket 5vs5.

Grazie Sara, ora non ti resta che scegliere il torneo che ti porterà alle #FISBfinals2k14 a Riccione!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Wanna play? Noleggia attrezzatura